Maestro del fogliame ricamato (lo chiamano proprio così)

 Nozze mistiche di Santa CaterinaNelle Nozze mistiche di Santa Caterina del cosiddetto Maestro del fogliame ricamato (Master of the Embroidered Foliage, attivo tra il 1480 e il 1510), ci sono queste due elegantissime signorine sedute nell’erba ai piedi della Madonna, che invece se ne sta, comoda e maestosa, su un bellissimo tappeto. Maria tiene tra le braccia il bimbo che sembra un ometto stempiato e si sta slanciando verso santa Caterina per impalmarla infilando l’anello nuziale nel suo anulare proteso. La santa, riccamente ingioiellata e abbigliata in modo adeguato alla circostanza e alla sua nascita regale, offre allo sposo un fiore purpureo (simbolo del sangue che verserà per lui nel martirio? simbolo di un altro simbolo? di altri simboli a catena? a pioggia?) sotto lo sguardo compunto, certo devoto ma anche con una comprensibile sfumatura di invidia, di una damigella inginocchiata alle loro spalle, un’altra santa martire, se la lettura del fiore che essa pure tiene in mano è corretta. Maria ha la testa leggermente piegata verso ciò che sta combinando suo figlio, il suo sguardo mi sembra più che attento allarmato, come se non approvasse le nozze, forse a suo parere un po’ avventate, anche se solo mistiche. Tutte e tre le donne hanno i capelli sciolti, come le due dietro di loro, a sinistra, sedute sotto un pergolato in compagnia di un agnello, una delle quali intenta a ricamare o intrecciare una ghirlanda, e come una terza ancora più sullo sfondo, in quello che sembrerebbe un hortus conclusus, separato dal resto della scena da una cinta merlata così bassa che un cagnolino, o l’agnello di cui sopra, la supererebbe senza fatica in tutta souplesse, rappresentata mentre coglie un fiore da una spalliera verdeggiante vicino a una fontana che dovrebbe essere quella della vita, o dell’eterna giovinezza (quella della salvezza, immagino in questo contesto, dell’aldilà: una giovinezza eterna, spirituale, non quella materiale, a cui la nostra carne aspira, ahimè senza alcuna speranza).

 Master 3Master 2Ma non di questo voglio parlare (continua)

Maestro del fogliame ricamato (lo chiamano proprio così)ultima modifica: 2013-11-29T12:45:53+00:00da luigigrazioli
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Arte e Musei. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento